OBIETTIVO 16

Promuovere società pacifiche e inclusive orientate allo sviluppo sostenibile, garantire a tutti l’accesso alla giustizia e costruire istituzioni efficaci, responsabili e inclusive a tutti i livelli

L'SDG 16 mira a ridurre ogni forma di violenza e a fermare la violenza e l'abuso dei bambini in tutto il mondo. Comprende inoltre la lotta alla corruzione, al traffico illegale monetario e di armi, nonché la promozione dello stato di diritto e della giustizia per tutti.

SOS Infanzia sostiene e aiuta chi si trova in una situazione di disagio o in un momento di difficoltà. Dona voce e spazio alle problematiche giovanili, creando occasioni di incontro e scambio. Persegue dunque scopi di utilità pubblica nell’interesse di bambini e adolescenti, ispirandosi ai principi sanciti nella “Dichiarazione dei diritti del fanciullo“, approvata dall’assemblea delle Nazioni Unite il 20 novembre 1959.

La Fondazione S.O.S. Infanzia ha sostenuto diversi programmi e collaborato con altre Fondazioni. Nel 2016 ha elaborato e messo a disposizione un originale manuale "Posso non posso" che vuole essere uno strumento di facile consultazione per tutti coloro che vogliono conoscere quali sono i comportamenti leciti e quali quelli vietati dalla legge, con particolare riferimento ai minorenni. Dal 2019 promuove l'incontro "Notte bianca del rispetto e della legalità" in cui giovani e magistrati ticinesi hanno occasione di conoscersi, dialogare e cominciare a comprendersi vicendevolmente. Per il 2020 ha in cantiere lo sviluppo di un manuale rivolto ai genitori.

Consiglio di fondazione
Prima edizione della “Notte del rispetto e della legalità”, novembre 2018

Fondazione della Svizzera Italiana per l’Aiuto, il Sostegno e la Protezione dell’Infanzia

Contatti: Fondazione della Svizzera italiana per Aiuto Sostegno Protezione Infanziavia Povrò 16 , 6932 Breganzona (Massagno)Tel: 091 943 57 47www.aspi.chinfo@aspi.ch

L’obiettivo principale di ASPI è quello di proteggere bambini e ragazzi tra 0 e 18 anni da abusi sessuali e maltrattamenti, ponendo al centro l’ascolto e il rispetto del bambino. Al fine di raggiungere il proprio scopo la fondazione opera tramite programmi di prevenzione e sensibilizzazione, tramite la formazioni di familiari e professionisti, nonché tramite l’impiego di best practices per prevenire situazioni di abuso e maltrattamento.

I programmi di prevenzione sono 4: “Le parole non dette”, “Sono unico e prezioso”, “e-www@i!” e “Giochiamo papà!”. “ Per Gioventù e Sport tiene un modulo di prevenzione della violenza all’interno della formazione di base e di aggiornamento, è membro del Global Partnership to end violence against children, della Global Inititiative to end all Corporal Punishment of Children e della Rete Svizzera dei Diritti dei Bambini. Collabora con altri enti istituzionali a livello nazionale e internazionale, in particolare la International Society for the Prevention of Child Abuse & Neglect. Segue e applica le linee direttive dell’OMS (INSPIRE), dell’ISPCAN e dell’ONU per quel che concerne i diritti dell’infanzia e le strategie per porre fine alla violenza contro i bambini. Anche grazie alla sinergia con queste organizzazioni internazionali, ASPI contribuisce al raggiungimento non solo dell’obiettivo di sviluppo sostenibile numero 16 ma anche del numero 4 (Educazione di qualità), 5 (Parità di genere) e 8 (Lavoro dignitoso e crescita economica).

Associazione Giuriste Svizzera

Contatti:Recapiti dell’associazione:Giuriste svizzera Rue de Lausanne 81 , 1700 Fribourg, CH www.lawandwomen.chinfo@lawandwomen.ch

L’Associazione Svizzera delle giuriste è nata nel 2001 con l’intenzione di dare vita a una rete di collaborazione tra donne giuriste in tutta la Svizzera. La creazione di un comitato di iniziativa ha permesso di avviare un progetto rivolto a tutte le donne intenzionate a lavorare nel mondo della ricerca, dell’insegnamento, della formazione, della legislazione e della comparazione del diritto. Attraverso le pubbliche relazioni l’associazione agisce nel caso in cui la legge sull’uguaglianza venga violata, schierandosi a favore delle donne. Agendo dunque sia sul piano nazionale che su quello internazionale si impegna a operare oltre i limiti partitici, linguistici e confessionali. L’Associazione offre inoltre un programma di mentoring per le studentesse di diritto, le quali avranno l’occasione di seguire una giudice, un’avvocata, una professoressa di diritto, una giurista impiegata in un’impresa o nell’amministrazione pubblica o una cancelliera al fine di acquisire una maggiore consapevolezza ed esperienza.




Video:https://www.postbeijing.ch/de/frauenrechte/cedaw-die-frauenkonvention/video-cedaw-kurz-erklaert-die-uno-frauenrechtskonvention-und-die-schweiz.html?zur=2

Osce

L'Ufficio OSCE per le istituzioni democratiche ei diritti umani (ODIHR) fornisce sostegno, assistenza e competenza agli Stati partecipanti e alla società civile promuovendo la democrazia, lo stato di diritto, i diritti umani, la tolleranza e la non discriminazione. L'ODIHR osserva le elezioni, rivede la legislazione e consiglia i governi su come sviluppare e sostenere le istituzioni democratiche. L'Ufficio conduce programmi di formazione per funzionari governativi e delle forze dell'ordine e organizzazioni non governative su come sostenere, promuovere e monitorare i diritti umani. L'ODIHR effettua l'osservazione elettorale negli Stati partecipanti dell'OSCE per valutare la misura in cui le elezioni rispettano le libertà fondamentali e sono caratterizzate da uguaglianza, universalità, pluralismo politico, fiducia, trasparenza e responsabilità.